Home Page PrestitiOnline


Differenza tra mutuo prestito e finanziamento diversa funzione sociale


La differenza tra mutuo e il prestito ed il finanziamento la diversa funzione sociale più differenza tra mutuo e prestito obbligazionario


Qual'è la differenza tra un prestito un mutuo e un finanziamento? Ma anche qual'è la differenza tra un mutuo ed un prestito obbligazionario nonchè la differenza tra mutuo attivo e passivo e quella tra mutuo e leasing... Allora, anzitutto diciamo la differenza tra il finanziamento da un lato e il prestito, mutuo etc dall'altro. Il finanziamento è il termine generico col quale viene chiamato qualunque forma di credito: mutuo, prestito, leasing, ecc. Mutui e prestiti sono invece termini specifici dalla sostanziale differenza. Se il concetto non fosse chiaro faremo un esempio: la tigre ed il leone è vero sono molto diversi tra loro, ma sono entrambi felini! Appartengono alla stessa famiglia. Semplice! Cosi anche i prestiti ed i mutui appartengono alla stessa famiglia: quella dei finanziamenti. Detto ciò, passiamo alla differenza tra prestito e mutuo. La più importante distinzione tra mutuo e prestito riposa nella diversa funzione sociale che hanno le due forme di credito.

Il prestito, ed in particolare il prestito personale (ma anche quello finalizzato) era (ed è) per eccellenza figlio della società consumistica occidentale. Ad es. si ricorreva (e si ricorre) al prestito per finanziare beni o servizi considerati non necessari ed alcuni di lusso (pensate all'auto di grossa cilindrata o alla televisione di tendenza o, addirittura, alle vacanze...). Oggi, posta la crisi ed il progressivo indebitamento delle famiglie, assistiamo alla richiesta di prestiti per motivazioni più serie, basti pensare a chi vuole consolidare i debiti o alla rata più leggera, o per pagare le tasse, o per arrivare a fine mese, etc. Questa è oggi, sebbene in parte, la funzione social-economica dei prestiti. Da codesta ratio sociale discende una legislazione che poco ha a che fare con quella dei mutui. Il prestito ha in genere un costo maggiore in termini di renumerazione (interessi), che è giustificato proprio dalla NON necessità assoluta di accenderlo, anche se oggi, come detto, le cose stanno diversamente. Finchè la maggior parte dei prestiti verrà erogata per beni non necessari, non sarà trattato alla stregua dei mutui, oppure dovrebbero introdurre una legge in base alla quale dovrebbero erogare prestiti agevolati a chi riesce a dimostrare che gli serve per qualcosa di veramente serio.

Il mutuo: la differenza, oltre che la definizione, di mutuo è molto più semplice oltre che più nobile. I mutui a differenza dei prestiti nella maggiore parte dei casi assolvono una precisa funzione sociale: l'acquisto della prima abitazione. Non solo, il mutuo rispetto al prestito può essere usato per fare un investimento (ad es. il caso di chi compra la casa col mutuo e poi dandola in affitto paga le rate con il canore riscosso). Per tali motivazioni i mutui hanno una normativa diversa rispetto ai prestiti, e da tale diversità discendono tanti benefici che vengono accordati solo ai mutui e non ai prestiti, come ad es. il risparmio fiscale derivante dalla detrazione degli interessi e dalle minori imposte, tassi più bassi, rateizzazione del debito di gran lunga superiore ai prestiti (ammortamento fino a 40 - 50 anni), ecc. Sempre in tema di mutuo diremo la formale differenza tra mutuo attivo e passivo: questa, dipende da che lato la guardiamo. La differenza tra mutui passivi ed attivi riposa, rispettivamente, nel guadagno degli interessi attivi, appunto, mentre il mutuo è passivo se paghiamo gli interessi. Praticamente, è un mutuo passivo quello che di norma paghiamo per aver acquistato la nostra casa, mentre è un mutuo attivo quello della banca che ci ha mutuato la somma che restituiamo a rate. Tutto qua! Questa è la semplice differenza tra mutuo attivo e passivo online.

Differenza tra mutuo e prestito obbligazionario: dopo aver trattato il mutuo la differenza tra questo e il prestito obbligazionario è semplice. In sostanza il prestito obbligazionario è quello richiesto da una società per azioni al fine di finanziarsi presso gli investitori istituzionali ma anche tra i piccoli risparmiatori. A differenza dei privati che chiedono un normale prestito in banca, le società (le S.p.a.) emettono obbligazioni attraverso le quali chiedono un prestito alla generalità dei soggetti che sottoscrivono le obbligazioni. Quindi se una società ha bisogno di soldi emette obbligazioni. Non solo. Allarghiamo il discorso: se ad avere bisogno è lo Stato allora emette bot, cct, etc. In definitiva: se il sig. Tizio ha necessità di soldi si chiama prestito o mutuo, se questa necessità ce l'ha una società allora si chiama prestito obbligazionario, mentre se ce l'ha uno Stato si chiamano bot, cct, ctz, btp, ecc. Chiarissimo! Infine, la differenza tra mutuo e leasing: anche questa non ha nulla di complicato! Basta semplicemente tradurre il termine leasing per renderci conto di quale sia la differenza: questa deriva da "lease" cioè affitto o "to lease" cioè affittare. In sostanza il leasing è un contratto di affitto o locazione che si manifesta in tre forme cioè il leasing finanziario, quello operativo e quello immobiliare. In tutti i tre modi comunque la dinamica è sempre la stessa: si ha l'affitto o locazione del bene o servizio sotteso al contratto. A differenza del mutuo nel quale si diventa subito proprietari del bene, nel leasing si paga un canone al termine del quale, a secondo i casi, si può rinnovare o acquisire il bene pagando una maxirata ovvero il cosiddetto riscatto. Questa è la differenza tra mutuo e leasing immobiliare finanziario od operativo che sia. Correlati: differenza tra finanziamento e prestito


Differenza mutui e prestiti