Home Page PrestitiOnline


Significato e definizione di prestito al consumo e normativa dei prestiti al consumo


Normativa del prestito al consumo oltre definizione e significato dei prestiti al consumo on line


Cos'è il prestito al consumo? La definizione di prestito al consumo è quella che trattasi di un tipo di finanziamento specificamente destinato alle persone fisiche ed alle famiglie che sono avulsi dalla attività strumentale di imprese ed autonomi essendo, ripetiamo, destinati solo ed esclusivamente al singolo soggetto per finalità private e personali. In sostanza il significato di prestito al consumo è quello tipico che ci permette di pagare ratealmente quello che acquistiamo oggi per finalità personali e NON professionali. La definizione di prestiti al consumo è oggetto di specifica previsione normativa: la descrizione è infatti statuita dal decreto legislativo nr. 385 del 1993 conosciuto come Testo Unico Bancario, il quale all'art. 121 comma 1º definisce il prestito al consumo come: "... per prestito al consumo si intende la concessione, nell'esercizio di un'attività commerciale o professionale, di credito sotto forma di dilazione di pagamento, di finanziamento o di altra analoga facilitazione finanziaria a favore di una persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (consumatore)".

Se quella appena detta è la semplice definizione di prestito al consumo, molto più complessa appare la normativa del prestito al consumo la quale non è organica ma sparpagliata in tante leggi e leggine che naturalmente hanno un solo scopo: rafforzare la tutela nei confronti del consumatore e guidarlo verso l'indebitamento consapevole. Tra la normativa in questione, crediamo meriti menzione il Codice del Consumo il quale è il testo normativo che più di tutti ingloba la normativa sparsa e venuta alla luce nel corso degli ultimi anni e liberamente scaricabile su codice del consumo in pdf aggiornato. Inoltre, chi volesse approfondire l'argomento consigliamo di visionare definizione andamento e definizione di credito al consumo che rappresenta una sorta di guida all'indebitamento consapevole nella quale consultare la principale normativa del prestito al consumo online.

Ora gli aspetti tecnici. Il prestito al consumo è rivolto quindi alla generalitè dei consumatori i quali vi accedono tramite i negozi e centri commerciali al momento in cui hanno intenzione di acquistare un determinato bene o servizio. Questi negozi e centri commerciali hanno delle convenzioni con alcune società finanziarie che hanno le maggiori quote di mercato tra cui la Findomestic la Compass e la Agos Ducato o la Neos Finance diventata ora Intesasanpaolo o ancora la Prestitempo ma non mancano banche che hanno iniziato a fare affari con il prestito al consumo per via degli alti tassi che presentano, come la unicredit o la monte paschi di siena o mps ecc. cui vengono girate le proposte di acquisto tramite i prestiti al consumo al fine di rateizzare il pagamento. Questo tipo di operazioni si attuano in diversi modi ma che sostanzialmente sono i seguenti: prestiti al consumo non personali; prestito al consumo revolving con o senza la carta di credito e con cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Tutti (o quasi) hanno però alti tassi di interesse.

A che serve tutto questo sistema? Beh, se da un lato fa indebitare le famiglie, dall'altro fa bene al sistema economico in quanto fa aumentare o sostiene i consumi delle famiglie stesse perchè crea lavoro che significa stipendi che a sua volta vengono spesi e che, dunque, alimentano un circolo virtuoso, ma non si dovrebbe esagerare in quanto da virtuoso potrebbe diventare vizioso. Relativamente agli acquisti mediante prestiti al consumo ricordiamo i prodotti più importanti: indubbiamente quelli nel settore dell'elettronica ma anche per l'arredamento ed oggettistica della casa, poi quelli della sfera della salute e bellezza, prestiti al consumo per acquisto di veicoli nuovi od usati, quelli per studiare od andare in vacanza e prestiti al consumo addirittura per sposarsi. Infine avvisiamo che tra le varie forme di prestiti al consumo ve ne sono alcuni che presentano tassi di interessi che possono arrivare, in certi casi, ai limiti dell'usura: ci riferiamo a quelli finanziati tramite credito rotativo cioè le carte di credito revolving le quali dovrebbero essere usate con una certa consapevolezza. Per fortuna, con la riforma del 2011 è entrato in vigore il modulo S.E.C.C.I. che è l'acronimo di Standard European Consumer Credit Information o in lingua italiana Modulo delle informazioni europee di base sul credito ai consumatori noto come modello o modulo secci il quale, a livello europeo, ha dato una ulteriore "stretta" a banche e finanziarie che hanno convenzioni nell'apportare ancora più trasparenza nei confronti dei consumatori.
Ulteriori info su: finanziamenti e prestiti al consumo


Cos'è il prestito al consumo