Home Page PrestitiOnline


Prestiti per segnalati in banca dati crif per autonomi senza cessione


Soluzioni per finanziamenti e prestiti per segnalati in banca dati crif e centrali rischi per protestati e cattivi pagatori anche senza cessione


Come da titolo, cercheremo di pubblicare alcuni consigli attraverso i quali trovare soluzioni circa i finanziamenti e prestiti a persone segnalate al crif o in altra banca dati e/o centrale rischi che dir si voglia. Prima di proporre le soluzioni teste dette pubblichiamo alcune tra le domande che arrivano presso la nostra redazione: è possibile chiedere ed ottenere finanziamenti anche per lavoratori autonomi segnalati in crif e quindi senza cessione del quinto ? Sono previsti dei prestiti per segnalati banca dati crif cattivi pagatori e/o protestati ma lavoratori dipendenti ? Nel caso in cui i debitori principali siano segnalati in sofferenza il garante e/o fideiussore possono subire una segnalazione alla centrale rischi ? Se segnalato al crif posso avere una carta di credito ? Oppure è possibile un'apertura di conto corrente per segnalati in banca dati ? Prima di rispondere ai suddetti quesiti vediamo quali sono queste banche dati o centrale rischi ovvero sic cioè le strutture dove avviene la segnalazione e tra queste qual'è la più importante e perchè.

Le segnalazioni in banche dati (sic) possono esse pubbliche o private laddove per pubblica si intende non tanto la consultazione e/o visura, che è comunque di pubblico dominio, ma la gestione la quale può essere affidata ad un organo istituzionale pubblico, per esempio la Banca d'Italia, oppure ad un sic (Sistema di Informazioni Creditizie) privato ad esempio la Crif (Centrale RIschi Finanziari), il tutto secondo una precisa normativa. Vediamo quali sono. La più importante tra le centrali rischi pubbliche è quella gestita dalla Banca d'Italia presso la quale avviene la segnalazione di tutti i crediti in sofferenza che hanno un valore di almeno 30mila euro. Inoltre, la Banca d'Italia ha inglobato anche la Cric (cioè la Centrale Rischi di Importo Contenuto) ovvero superiori ai 250 euro. Segue la centrale rischi Sia S.p.a. (Società Interbancaria per l'Automazione) la quale gestisce, sotto la vigilanza della Banca d'Italia, una banca dati riguardo segnalazioni di finanziamenti compresi tra i 30mila ed i 75mila euro. Inoltre, la Sia ha la gestione, sempre sotto il controllo della Banca d'Italia, della Cai (Centrale d'Allarme Interbancaria) la quale segnala soggetti che hanno fatto un uso non regolare di assegni e carte di pagamento (vedi prestiti con segnalazione cai)

Dopo aver elencato quelle pubbliche vediamo quali sono le centrali rischi private le quali hanno una caratterisctica comune: vengono iscritte segnalazioni a sofferenza di importo inferiore ai 30mila euro. Vediamo quali sono: la Cerved SpA che è un'agenzia di rating italiana che offre sistemi di credit scoring simile a quello degli Usa. Il Ctc (Consorzio Tutela Credito) che dall'1 luglio 2015 sarà anche un Sic di tipo positivo. La irlandese Experian che è presente in tutto il mondo, Italia compresa, che di recente ha fuso il proprio Sic con quello della Cerved Spa dando vita alla Experian - Cerved Information Services S.p.A. Continuiamo con la Assilea che è una centrale rischi specializzata e particolare: è specializzata perchè tratta solo Sic legati al leasing, è particolare perchè è una banca dati solo positiva anche se limitatamente al leasing. Infine, la più importante banca dati: la Crif-Eurisc. La centrale rischi Crif Eurisc è una banca dati di tipo positivo e negativo che raccoglie tutti i dati relativi a prestiti personali e finalizzati. Il nome Euris comporta che il Crif opera a livello europeo (e non solo) il che implica conseguenze sui prestiti per frontalieri segnalati cioè è inutile per i nostri cittadini frontalieri segnalati recarsi ad esempio in svizzera in quanto anche la banca o finanziaria svizzera consulterà i dati del Crif italiano. Circa l'importanza del crif è quella di essere la sola (almeno fino all'1/7/15) a segnalare dati positivi i quali, pensate, rappresentano più del 95% di tutti quelli segnalati cioè neanche il restante e meno del 5% sono segnalazioni negative. E' importante essere "segnalati positivamente" piuttosto che non esserlo affatto: la segnalazione positiva agevola la concessione del credito, mentre la totale assenza di un nominativo potrebbe comportare la richiesta di garanzie ulteriori in capo al richiedente che non ha mai avuto rapporti finanziari e quindi sconosciuto al sistema. Ora rispondiamo brevemente alle domande con le quali abbiamo iniziato l'articolo.

Sono possibili prestiti per autonomi segnalati crif senza cessione ? Allora, il significato di autonomi è inteso in senso lato cioè vi rientrano i liberi professionisti gli artigiani i piccoli imprenditori ecc. I lavoratori autonomi segnalati in crif inoltre hanno almeno uno dei seguenti status: essere cattivi pagatori protestati o pignorati. In qualsiasi caso le soluzioni proposte per avere prestiti per segnalati crif cattivi pagatori e/o protestati ecc. sono riferibili agli autonomi e solo a questi. Essendo autonomi e quindi per antonomasia senza cessione del quinto possono accedere al credito attraverso un garante fideiussore o, qualora questo manchi, mediante i prestiti cambializzati per autonomi anche se l'autonomo ha emesso in precedenza cambiali e queste non siano state onorate in quanto ed a differenza degli assegni per i prestiti cambializzati per segnalati in crif autonomi non esiste il divieto di emettere titoli cambiari. Infine, come ultima soluzione si può per es., rivolgersi ai privati o dare qualche bene in pegno. Segue: sono previsti prestiti per segnalati banca dati crif protestati e/o cattivi pagatori ma lavoratori dipendenti ? Questi hanno una situazione molto più leggera rispetto agli autonomi in quanto, malgrado la segnalazione in crif, possono cedere il quinto + il doppio quinto, tuttavia se ciò non sia possibile avranno le stesse soluzioni residuali dei prestiti segnalati crif senza cessione per autonomi ovvero il finanziamento con cambiali etc. Ancora, nel caso in cui il debitore principale sia segnalato in sofferenza il garante e/o fideiussore di questo può subire una segnalazione alla centrale rischi ? Certo! In caso di prestiti a segnalati in sofferenza se il fideiussore e/o terzo garante non paga i credito da egli garantito subirà una segnalazione al crif o altre banche dati. Se segnalato al crif posso avere una carta di credito ? Dipende dal tipo di carta di credito per segnalati crif che si intende richiedere: se è una revolving non è possibile in quanto è un prestito personale a tutti gli effetti; se è una tradizionale carta di credito a saldo dipende dalla banca in quanto qualcuna la rilascia altre no, anche in considerazione del fatto che la carta di credito è sempre legata ad un conto corrente; la carta che invece chiunque può richiedere è quella prepagata ricaricabile la quale, oggi, ha le stesse funzioni di un conto corrente cioè ha un Iban. Infine, può aprire un conto corrente un segnalato crif ? Anche in questo caso dipende dall'istituto di credito: per alcuni sì per altri no. Ma parimenti alla carta di credito anche a segnalati è possibile l'emissione di una carta di credito con iban senza conto corrente cui si possono ricevere e/o effettuare bonifici anche periodici. Altre info sui finanziamenti ai segnalati crif c/o: finanziamenti e prestiti per segnalati al crif


Prestiti con segnalazione crif