Home Page PrestitiOnline


Come funzionano i finanziamenti a tasso zero o 0 è reale o no?


Come funziona il finanziamento a tasso zero o 0 per es. per acquisto auto Dinamica del prestito a tasso zero o 0 è reale o è una presa in giro?


Come funzionano i finanziamenti a tasso zero? Il tasso zero è reale? Allora, i prestiti a tasso zero sono una forma di rateizzazione iniziata con offerte relative al credito al consumo all'interno delle grosse catene commerciali tipo mediaworld, euronic, expert unieuro trony ecc. nel settore della telefonia ed elettronica. A causa della repentina recessione, la formula del "tasso 0" è iniziata ad essere "copiata" anche da altri settori commerciali e/o dei servizi: si va dal finanziamento a tasso per acquisto auto e moto anche usate i quali settori sono stati quelli più penalizzati dalla crisi, si continua con i mobilifici che vendono i mobili a tasso zero e, addirittura, si prosegue nel settore dello svago e turismo: finanziano a tasso zero pure le vacanze e le crociere anzi una delle prime compagnie a fare convenzioni con banche e finanziarie è stata la Costa Crociere la quale permette di pagare la propria crociera in "comodissime" rate a tasso 0. Un dato comunque unifica tutti i suddetti prestiti a tasso zero: riguardano esclusivamente la vendita di beni e/o servizi dove intervengono tre soggetti: 1) il finanziatore (banca o finanziaria); 2) l'esercente (centro commerciale, negozio, agenzie di viaggi, etc.); 3) il consumatore (cioè noi cittadini). Stop! La favola dei finanziamenti a tasso zero si ferma qua. Non va oltre. Perchè? Ora lo spieghiamo.

Allora, esistono veramente i finanziamenti a tasso zero reale? Assolutamente no! Trattasi di tecniche di marketing volte ad incentivare la vendita di beni e servizi, soprattutto in un periodo economicamente brutto come questo. Attenzione, noi non siamo contro la vendita a rate, anzi. Il problema è la trasparenza: non è possibile pubblicizzare il tasso 0 quanto in realtà non è vero! Il principio sul quale basarci è semplice: prestare denaro ha sempre e comunque un prezzo, non è gratis. In base a ciò, succede quello che accade nel campo dell'Iva: questa viene scaricata sempre sull'utente finale ! Quindi anche nell'ipotesi del tasso 0, il reale costo degli interessi derivanti dalla vendita a rate viene scaricato sul consumatore finale attraverso due modi: 1) quello meno oneroso: ad essere zero è solo il tan il quale verrà "recuperato" gonfiando il taeg attraverso spese di istruttoria, di pratica, costo dei bolli ecc.; 2) quello più subdolo ed ai limiti della truffa contrattuale: proponendo tan e taeg zero i quali verranno "recuperati" aumentando o, semplicemente, non diminuendo, causa obsolescenza, il bene e/o servizio.

Qualche nostro lettore potrà, giustamente, chiedersi "...ma è sicuro quello che scrivono in questa pagina?". E' sicurissimo! Ve lo dimostriamo. Avete mai visto banche o finanziarie fare prestiti personali a tasso zero? Assolutamente no? Ma perchè? Perchè, ad esempio 10mila euro sono 10mila euro! La liquidità derivante dal prestito personale è liquidità cioè è denaro contante ed in quanto tale non è modificabile in quanto, il denaro contante, rappresenta l'unità di misura attraverso la quale si paga tutto. Nell'esempio, il vero, reale, prestito personale a tasso zero sarebbe quello per la serie "Tu banca mi presti diecimila euro e Io ti restituisco sempre diecimila euro ma a rate!" Questo, i lettori già lo sanno, è impossibile!!! Quindi scordatevi il tasso zero da parte di finanziarie tipo la agos o la findomestic o banche come la carige etc. Mentre, l'acquisto per es. di un iphone apple o di un samsung galaxy o di un'auto bmw piuttosto che un computer o un cellulare etc. etc. etc. non hanno un solo ed univoco costo ma questo varia in base al negozio, alle offerte ed al tempo di uscita del nuovo prodotto e/o servizio.

Che significa? Che è un gioco da ragazzi "manipolare" il prezzo e far credere che sia a tasso tan taeg zero! Esempio: un prodotto dal valore intrinseco di 500 euro, basta portarlo a 550 euro e spacciarlo come vendita rateale a tasso 0 quanto in realtà è stato caricato del 10% in più. Terminiamo il discorso con una osservazione logica: tutto questo sistema, purtroppo è pre-ordinato per eludere, raggirare la legislazione in materia di obbligatorietà del taeg. In sostanza, la conquista del tasso trasparente in capo al consumatore (il taeg) viene di fatto annullata da questa pratica commerciale nota come tasso zero mediante la quale il tutto risulta come una operazione contabile fittizia ma legale. Infine, consigliamo un link presso il quale approfondire quello di cui abbiamo parlato soprattutto in tema di obsolescenza dei prodotti elettronici su prestito a tasso zero by socialprestiti.it


Prestito finanziamento tasso zero